Lutto bresciano per la scomparsa del giudice Emilia Spinello

Atletica bresciana in lutto per la scomparsa oggi, all’eta di 81 anni, del giudice Emilia Spinello, da oltre 40 anni presente alle gare in provincia. Tutta la famiglia di Emilia ha sempre dedicato tanto tempo all’Atletica Leggera con grande passione, dal marito Luigi Mombelli, anche lui giudice e ex dirigente della società Fabarm con la quale organizzavano il meeting Nazionale memorial Calvesi-Paterlini, alla figlia Roberta, atleta master pluri medagliata nelle gare di Marcia a livello nazionale e internazionale, al figlio Michele, appassionato di Trail. A loro il cordoglio di tutta l’Atletica bresciana per la scomparsa della cara Emilia. La salma riposa presso l’obitorio degli Spedali Civili. I funerali saranno celebrati venerdì 18 ottobre 2019 alle ore 15.30 al Villaggio Prealpino a Brescia.

MILANO TRIONFA NEL TROFEO DELLE PROVINCIE. BRESCIA OTTIMO TERZO POSTO.

Darfo Boario Terme ha ospitato l’edizione 2019 del Trofeo delle Provincie, gara per rappresentative, riservata alle categorie Ragazze e Ragazzi.

La rappresentativa bresciana ha chiuso al terzo posto con 380,5 punti alle spalle di Milano e Bergamo.

Una bella giornata di sole ha favorito anche l’afflusso di un folto pubblico che ha tifato calorosamente. Nove rappresentative in gara per un totale di 400 atleti si sono sfidati nel corso del pomeriggio sotto lo sguardo attento anche delle autorità locali.

Per i colori bresciani, tre atleti sono saliti sul gradino più alto del podio. In campo femminile, Anna Toselli (atleta della Robur Barbarano) ha vinto la gara dei 60 Hs in 9”48 mentre Gaia Grazioli si è aggiudicata il Triathlon con 2187 punti. In campo maschile, è salito sul gradino più alto del podio, il clarense Matteo Festa (nella fotografia), vincitore del Getto del Peso con 14,98 mt.

Numerosi i podi conquistati dai nostri atleti. Tra le donne, terzo gradino per Anna Almici (Motus Atletica Castegnato) nei 60mt corsi in 8”60. Bene anche Sonia Mura (Atl. Carpenedolo), terza nei 1000 mt in 3’15”22 e Giulia Zanelotti (Atl. Pompiano), bronzo nel Salto in Alto con 1,46 mt. Da segnalare anche i quarti posti per Rebecca Marchese (Brixia Atletica 2014) nei 60 Hs , Giulia Festa (Atl. Chiari 1964) nel Salto in Lungo e per Gloria Rambaldini (Atl. Pompiano) nel Getto del Peso.

Tra i Ragazzi, detto della vittoria di Festa, da segnalare il secondo posto di Massimiliano Corsini (F.O. Running) nei 1000 mt corsi in 2’52”70 e di Catalin Meszaros nel Triathlon con 2050 punti, mentre sono saliti sul terzo gradino del podio Marco Valseschini (Athletic Academy) nei 60 Hs con 9”44 e la Staffetta 4X100 (Maffazioli/Cezma/Festa/Lonati) bronzo con 50”38.

Sulle pagine Facebook Atletica Bresciana e Fidal Brescia, la galleria fotografica completa.

 

SETTE BRESCIANI IN AZZURRO A DOHA

Da qualche giorno sono andati in archivio i Campionati del Mondo edizione 2019, disputati a Doha. Edizione che ha visto il record di presenze, in una manifestazione di così grande valore, per quanto riguarda gli atleti bresciani. Campionato che ha lasciato perplessi molti, se non tutti gli addetti ai lavori per quanto riguarda le gare no stadia. Le elevate temperature hanno, senza ombra di dubbio, condizionato le prove delle atlete ed atleti in gara. Una delle atlete ad avere conseguenze non piacevoli è stata la nostra Nicole Colombi, impegnata nella 50 Km di Marcia. L’atleta di Atletica Brescia 1950 Ispa Group, si è dovuta fermare per problemi fisici in una gara che l’ha vista a lungo nelle prime dieci posizioni. L’allieva di Renato Cortinovis avrà comunque modo di rifarsi in futuro viste le grandi doti delle quali è dotata.

Nicole Colombi           

Grandissima prestazione, invece, per la velocista di Atletica Brescia 1950 Ispa Group, Johanelis Herrera Abreu.  L’atleta di Stefano Martinelli ha, infatti, contribuito al settimo posto finale della Staffetta 4X100, risultato che spalanca le porte alle Olimpiadi di Tokio dell’anno prossimo.

In batteria il quartetto azzurro, formato da Herrera Abreu, Hooper, Bongiorni e Siragusa, ha fermato il cronometro a 42”90 nuovo Record Italiano e qualificazione per la finale. Una finale che ha visto il quartetto chiudere in 42”98 al settimo posto. Una grande prova per Johanelis.

Il quartetto azzurro    

La velocità ha visto tra i protagonisti un altro bresciano, il desenzanese Marcell Jacobs.

L’atleta, in forza alle Fiamme Oro, ha corso una splendida batteria chiudendo al secondo posto in 10”07. Purtroppo la semifinale non ha saputo regalare le stesse soddisfazioni. Infatti Marcell ha chiuso in 10”20 , compromettendo la possibilità di entrare in finale. Peccato perché in batteria ha dimostrato di poter stare con i migliori.

Marcell Jacobs              

Nella gara dei 110 Hs, batterie superate anche per Hassane Fofana. Il poliziotto bresciano, ha superato le batterie correndo tra gli ostacoli in 13”49 e terminando in quinta posizione. In semifinale l’atleta, che si allena con il cubano Antunes a Formia, ha chiuso in sesta posizione in 13”52, tempo troppo alto per poter entrare in finale.

Hassane Fofana           

Della comitiva azzurra facevano parte anche Roberto Rigali (Camuno in forza alla Bergamo Stars Atletica), Alessia Pavese (Atletica Brescia 1950 Ispa Group) ed Alice Mangione (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) pronti a subentrare, in caso di necessità, nelle staffette.

ANCHE BRESCIA NEL TRIONFO DELLA LOMBARDIA A FORLI’

La Lombardia si aggiudica l’edizione 2019 dei Campionati Italiani per Rappresentative categoria Cadette e Cadetti, disputati lo scorso fine settimana a Forlì. Per il quarto anno consecutivo i nostri giovani salgono sul gradino più alto del podio, grazie anche all’apporto dei tradici bresciani in gara, sei in campo maschile e sette in quello femminile. Su tutti spicca la prestazione di Kelvy Bruno Okumbor (Atl. Carpenedolo) capace di vincere il Salto Triplo Cadetti con 13,98 mt di un solo centimetro davanti al toscano Sollai,ed indossare così la maglia di Campione d’Italia 2019. Grandissimo. Molto bene anche l’atleta della Rodengo Saiano Mico, Loris Cittadini. Chiude al quarto posto i 1000 mt in 2’39”42. Nei 1200 siepi si è classificato al sesto posto Fabio Rinaldi (Atl. Vallecamonica) chiudendo la gara in 3’26”20. In campo maschile si piazza tra i primi dieci in Italia Stefano Zotti (Atl. Chiari 1964 Libertas), nono nel Triplo con 13.00 mt. Cristian Morandi (Atl. Vallecamonica) chiude la gara del Getto del Peso con 13.28 e Mattia Musesti (Robur Barbarano) chiude la gara del Salto in Alto con la misura di 1.70 mt.

In campo femminile, bellissimo ottavo posto finale per Samira Manai (AV Sporting Team) nei 1000 mt grazie al 3’05”19 corso sempre all’attacco. Due nostre atlete si sono aggiudicate la Finale B negli 80 mt e nei 300 mt classificandosi quindi al nono posto in Italia. Negli 80, 10”38 per Anna Maccagnola della Polisportiva Capriolese, esclusa di un soffio dalla Finale che aggiudicava il titolo nazionale. Nei 300 mt è l’atleta dell’Audaces Nave, Ludovica Trabona, a vincere la Finale B con 42”14. Due bresciane erano in gara nel Salto Triplo, Elisa Vitale (CUS Brescia) decima con 10.96 ed Arianna Gatti (Atl. Chiari 1964 Libertas), dodicesima con 10,95 mt. Anna Castellani (Atl. Rezzato) ha chiuso la gara dei 1200 Siepi in 4’07”27 e Sonia Monieri (Pol. Capriolese) ha terminato con un lancio a 10,51 mt la gara del Getto del Peso.

(Nella fotografia di Atl-eticamente Spot&Sport, il podio di Kelvy Bruno Okumbor).

Doppio record per Stefano Migliorati: 800 mt e Miglio

Settimana da record per il forte mezzofondista bresciano della San Rocchino, Stefano Migliorati che nel Meeting di Rovereto stabilisce il nuovo record provinciale da lui stesso detenuto scendendo sotto la barriera dei 47″ con il tempo di 1’46″82. Nel Miglio di Rodengo Saiano ha stabilito venerdì sera 30 agosto 2019 il nuovo record del Miglio che durava dal 1984 (detenuto da Antonio Riviera con 4’10″8) con il tempo di 4″07″42 in una bellissima gara testa a testa con il bresciano di Darfo Filippi (tesserato però per US Rogno società bergamasca). Con questi risultati si “consola” dopo la delusione della finale nazionale degli 800 mt.

Trail: titolo tricolore per Barbara Bani; Belotti bene le prima in Montagna

L’arrivo di Barbara Bani (foto FIDAL)

Non solo pista. L’Atletica Bresciana si conferma anche nel Trail e nella Corsa in Montagna. Soprattutto le donne grazie a Barbara Bani (Free-Zone) e Valentina Belotti. Grande prova per l’atleta di Ome, che agguanta nuovamente il titolo italiano di Trail  a Valdagno domenica 30 luglio 2019. Per la Bani successo lungo i 40 km del percorso Trail Marathon conclusi con il tempo di 4h10:47 davanti a Nicol Guidolin (Envirude) e Chiara Giovando (Atl. Monterosa). Nella gara maschile  terzo posto per Filippo Bianchi della Libertas Vallesabbia dietro al successo del comasco Fabio Ruga.  Per la camuna di Temù successo nella prima prova delle Corsa in Montagna che si è svolta domenica 30 luglio 2019 all’Alpe di Campogrosso. La prova era quella di sola salita. Sotto una pioggia battente vittoria lungo i 13,4 km con 1250 mt di dislivello davanti alla compagna di squadra dell’Alta Valtellina Elisa Desco.

Uomini bresciani super a Bressanone: oro Jacobs e Hassane e record Asamoah

Asamoha (foto FIDAL/Colombo)

Spedizione maschile meno succosa di quella femminile, ma con tanti spunti interessanti. Arrivati alla 109esima edizione degli Assoluti, ritroviamo il Campione Italiano Assoluto di Pescara, tale Stefano Migliorati (C.S. San Rocchino) sugli 800 metri, che quest’anno l’hanno visto più volte in uscite italiane anziché oltre oceano. Dopo una buona qualificazione in 1:49.54, si complica le cose in finale non riuscendo a compiere l’impresa dello scorso settembre, chiudendo in 1:50.65. Per lui arriva il settimo posto, davanti al compagno di squadra, Nesim Amsellek, che si porta in finale con un tranquillo 1:51.31. Nel turno più importante della competizione non trova il ritmo giusto e non riesce ad andare oltre l’1:54.39. Ci riprova nei 1500, dopo il bel tempo di Zogno, ma ottiene un “normale” per lui 3:56.87, che non basta per portarsi nelle migliori posizioni a fine gara. Sulla stessa distanza troviamo Federico Maione (Free Zone), che chiude in 3:58.28. Per Federico quest’anno durante la quarta tappa del Silver Meeting lombardo a Bergamo è arrivato un eccellente tempo di 3:48.87, che rappresenta tutt’ora il suo personale. Continua la lettura di Uomini bresciani super a Bressanone: oro Jacobs e Hassane e record Asamoah

Donne bresciane super a Bressanone: oro 4×100 Atl. Brescia

la 4×100 Atl. Brescia (foto Atl. Brescia)

Benvenuti all’edizione n. 90 degli Italiani Assoluti Femminili, quest’anno a Bressanone, come nel “lontano” 2012. Nell’anno Pre Olimpico abbiamo visto numerose buone prestazioni, da parte di un piccolo gruppo di azzurri in gara. Su tutti il 2.33 di Stefano Sottile che infiamma lo stadio, con una portentosa prestazione di livello mondiale, andando a pareggiare in sostanza Akimenko e Ivanyuk. Dalla nostra terra arriva la medaglia d’oro dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group nella 4×100 con un quartetto di tutto rispetto come, Chiara Melon, Gaia Pedreschi, Alessia Niotta e Johanelis Herrera Abreu, che con 45.63 superano di un soffio proprio sul traguardo la compagine delle Fiamme Oro.
Brutto sbaglio per Chiara che non riesce a uscire dai blocchi sui 100 metri causa squalifica, e non trova la rivalsa sulla gara di Gavle, ma che sui 200 sa esprimersi alla grande nonostante un parterre di atlete di tutto rispetto. Sulla doppia distanza in batteria già si esprime al meglio delle sue possibilità con il nuovo personale di 24.11, subendo soltanto la rimonta dell’atleta della Pro Sesto, Bonicalza. Continua la lettura di Donne bresciane super a Bressanone: oro 4×100 Atl. Brescia

Jacobs a un passo da Tortu; due chiacchiere con Taini, Federici e Pivotto

 

Estate azzurra per i nostri portacolori, e per le giovani atleta dell’Atletica Brescia 1950 Ispa Group che chiudono la faticosa spedizione europea con il Festival Olimpico Giovanile, a Baku in Azerbaigian. Questa volta si tinge di azzurro la neo arrivata in nazionale Alessia Seramondi, campionessa italiana a “sorpresa” sui 400 ostacoli. Nella capitale azera si cimenta proprio in questa specialità che quest’anno le sta regalando delle ottime soddisfazioni. Purtroppo però la prima esperienza fuori Europa (quasi), è tutt’altro che benevola. Continua la lettura di Jacobs a un passo da Tortu; due chiacchiere con Taini, Federici e Pivotto

Ducoli in versione Europea, è Bronzo; Favalli e Vecchi pazzeschi in Finale

Elisa Ducoli

Gli azzurri si ritrovano di nuovo in Svezia, per gli Europei Under20 di Boras.
Quest’anno due su due in terra svedese, prima volta nella storia. Anche qui Brescia ha detto “presente”, con Enrico Vecchi, impegnato nei 3000 siepi, Alessandra Bonora, 400 piani e staffetta 4×400, Elena Carraro con i suoi 100 Ostacoli, SophiaFavalli negli 800, e Elisa Ducoli nei 3000. Anche questa volta, molte più donne in confronto ai coetanei maschili.  Continua la lettura di Ducoli in versione Europea, è Bronzo; Favalli e Vecchi pazzeschi in Finale

Doppietta Pedreschi a Bergamo nella Velocità; vincono anche Rigali, Falda, Capoferri, Kabir e Rovetta

 

“Pochi, ma buoni”, come recita una famosa frase. Ai Campionati Regionali Assoluti, che tornano a Bergamo dopo anni di digiuno, la spedizione bresciana è stata più risicata del solito, come del resto la partecipazione totale sicuramente più contenuta. Un po’ per le manifestazioni internazionali che imperversano, un po’ per il periodo estivo, ricco di esami e lauree, e un po’ per i minimi di partecipazione che sicuramente avranno “tagliato” le gambe al 70% degli atleti lombardi. Dalla velocità arriva la doppietta sui 100 e 200 di Gaia Pedreschi (Atletica Brescia Ispa Group). Gaia, inizia portandosi a casa la batteria dei 100, avvicinando subito la barriera dei dodici secondi, e anche molto vicino al personale, chiudendo in 12.01 (+0.9). In finale trova però un vento non benevolo -1.2 che la porta a finire in 12.21.

GAVLE, Spedizione Record per Brescia Record personale per Zanne e finale per Cherubini, sfiora il podio Federici con la staffetta

Tra i 68 atleti che hanno preso parte alla spedizione di Gavle, ben dieci atleti arrivano da società bresciane, o cittadini appartenenti ad altre realtà.
Tra gli staffettisti, troviamo Michele Falappi, Andrea Federici, Alice Mangione, più gli individuali, Linda Guizzetti, Federica Zanne, Christian Falocchi (che non prenderà parte alla trasferta), Elisa Cherubini, Chiara Melon e Alessia Pavese, sono testimoni di una delle trasferte più numerose per gli atleti bresciani in competizioni UNDER23. Continua la lettura di GAVLE, Spedizione Record per Brescia Record personale per Zanne e finale per Cherubini, sfiora il podio Federici con la staffetta