UFFICIALE : SI FA IL PALAZZETTO INDOOR A BRESCIA

Grandi notizie per l’atletica leggera bresciana:oggi, durante il pranzo di Natale della C.P.Fidal Brescia è stata annunciata ufficialmente la costruzione del palazzetto indoor nella citta’della Leonessa, che avrà inizio già nei primi mesi del 2023.
L’Assessore all’Ambiente del Comune di Brescia Fabio Capra ha sottolineato l’importanza dell’evento definendolo un regalo di Natale per l’atletica bresciana ribadendo l’impegno totale dell’amministrazione comunale per la sua realizzazione.
Sono seguite le parole dell’On. Fabrizio Benzoni, Consigliere con delega allo Sport del Comune di Brescia,che ha voluto evidenziare il lavoro fatto da Fidal Brescia e dall’amministrazione comunale negli ultimi nove anni dicendo che allora i bresciani non sapevano dove allenarsi, ma ora, dopo un grande lavoro e’possibile definire l’atletica un’eccellenza di Brescia. Si è anche espresso il consigliere regionale Floriano Massardi, che si è detto “legato” alle gare in montagna da orgoglioso valsabbino: ha inoltre detto che è contento di aver contribuito allo sviluppo delle gare in montagna, nel territorio delle valli bresciane.
Importante l’intervento del consigliere nazionale Fidal, Gianfranco Lucchi che ha ribadito fermamente alcuni concetti : “La realizzazione del palazzetto indoor a Brescia è un evento importante per l’atletica presente e futura, oggi comincia una nuova era per l’atletica indoor italiana e come Fidal vogliamo supportare l’amministrazione comunale con un ruolo da protagonisti. Oggi è un giorno storico per l’atletica italiana, in particolar modo per la Lombardia. Sara’nostra premura come federazione sviluppare insieme alla citta’di Brescia una serie di eventi sportivi per valorizzare anche dal lato sportivo Brescia capitale della cultura 2023 con Bergamo.”
 
È inoltre intervenuto il Vice Presidente della Fidal Lombardia Luca Barzaghi che ha ringrazia le istituzione per aver regalato alla città di Brescia prima la pista di atletica, ovverosia il campo d’atletica Gabre Gabric, e, poi, questo impianto indoor che ha definito come un fiore all’occhiello della Fidal Brescia. Ha preso parola anche Tiziana Gaglione, presidente Coni Brescia, che ha definito Brescia un fiore all’occhiello delle città lombarde per l’atletica leggera. Ha anche aggiunto che, a suo parere l’atletica leggera è la madre di tutte le discipline sportive. Seppur assente, l’assessore ai lavori pubblici e alla rigenerazione urbana del Comune di Brescia, Walter Muchetti ha ancora una volta espresso la sua vicinanza a Fidal Brescia in un messaggio in cui diceva che, con il centro sportivo Gabre Gabric Fidal e amministrazione comunale hanno iniziato un percorso ma, quel giorno, hanno anche intrapreso un sogno e, questo sogno corrisponde proprio al palazzetto indoor. Il sogno di Walter Muchetti, della Fidal, dell’amministrazione comunale e soprattutto dei bresciani si sta per realizzare. A sorpresa, in collegamento telefonico, Stefano Mei, presidente nazionale di Fidal, ha dato il suo parere dicendosi entusiasta dell’approvazione dell’impianto indoor e aggiungendo che Fidal sarà a disposizione dell’amministrazione comunale per qualsiasi supporto tecnico durante la realizzazione del palazzetto. Successivamente sottolinea quanto l’atletica bresciana sia in crescita. In chiusura, Rolando Perri, presidente Fidal Brescia, parla della sinergia che vi è fra la Fidal e l’amministrazione comunale. Ringrazia anche la Fidal regionale e nazionale con cui, a suo dire, la Fidal Brescia lavora molto bene. Ringrazia sponsor e giornali locali e poi mostra gli eccellenti dati del settore giovanile dove c’è stato un lavoro enorme. Inoltre cita i campi di Darfo, Chiari, Salò e Concesio, inoltre, annuncia che si uniranno anche Desenzano e Rezzato. Ricorda la corsa in montagna citando la Val Sabbia e accennando la Val Trompia e la Val Camonica. Parla del palazzetto indoor dicendo che potrebbe portare Brescia nell’élite nazionale ed internazionale.L’occasione è stata anche importante per ringraziare tutto il gruppo ggg e tutto il comitato per il grande e impegnativo svolto durante il 2022, oltre 150 gare in un anno, ci sono regioni intere che non fanno nemmeno un quarto di questa attività
Michele Gorini per Fidal Brescia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *