“PRECISAZIONI DEL FIDUCIARIO MEDICO REGIONALE PER IL – RETURN TO PLAY – “

Buonasera
 
capisco ci sia molta confusione a riguardo, soprattutto a causa di molte limitazioni nella regolamentazione della comunicazione atleti-società.
Vorrei sottolineare come la questione COVID sia di rilevante importanza in termini di Sanità Pubblica.
 
Sì, è vero, l’ATS non avvisa i presidenti di società, a meno che siano stati segnalati come contatti stretti. Mi sembra importante che i presidenti di società educhino i propri atleti al rispetto delle regole e alla cura della propria salute. Di responsabilità “ufficiale” dei presidenti non c’è scritto nulla, ma parlando con un avvocato, si parlava di interpretazioni che potrebbero coinvolgere anche i presidenti.
 
Dopo la positività al covid il certificato di idoneità risulta sospeso fino alla nuova valutazione del medico dello sport, di conseguenza i presidenti si devono comportare come con chi non ha un certificato valido.
Sono gli atleti che si devono informare e prenotare la visita di medicina dello sport (preferibilmente nello stesso centro della precedente) per il “return to play”.
 
Buona serata
 
Linda Boerci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.