Presentato il Meeting della Leonessa: Sabato a Brescia gli Azzurrini Pernici, Algeri e Berton

FotoFOTO Mario Stretti

 

Si alza il sipario e nasce ufficialmente, con la presentazione a Palazzo Loggia martedì 20 luglio, la prima edizione del Meeting della Leonessa-Memorial Davide Boroni, con Banca Valsabbina main sponsor e il Comune di Brescia a patrocinare evento: organizzatori dell’appuntamento di sabato 24 luglio (inizio ore 19:00) al centro sportivo SanPolino di Brescia sono il Comitato Provinciale FIDAL Brescia e l’Unione Atletica Valtrompia.

I PROTAGONISTI – Fresco di rientro da Tallinn (Estonia) con l’argento della 4×400 al collo lo junior Francesco Pernici (FreeZone)  sarà al via degli 800 metri, la distanza in cui è campione italiano Under 20 in carica, in un doppio giro di pista che verrà lanciato da Pietro Pivotto (Bioteknaq Marcon) e che attende Abdessalam Machmach (Athletic Club 96 Alperia) come favorito, oltre a buoni interpreti lombardi della specialità quali Filippo Squassina (Freezone), Andrea Mason (CUS Insubria Varese Como) e Ibrahim Jammeh (CUS Pro Patria Milano). Gli 800 donne invece attendono un duello tra Irene Vian (Atl. Riviera del Brenta) e la sudafricana della FreeZone Danel Holton, con la caccia a una crescita cronometrica per le under 20 Clarissa Boleso (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) e Susanna Marsigliani (Bracco). La gara dei 3000 metri piani in campo femminile propone mamma Sara Galimberti (Bracco) contro Viola Taietti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e la campionessa italiana Allieve della distanza Arianna Algeri (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Direttamente dagli Europei Under 23 di Tallinn, dove ha centrato la Miglior Prestazione Italiana Promesse con la 4×100 azzurra, arriva Aurora Berton (Libertas Palmanova), la più attesa in un 100 che al maschile vedrà al via Moussa Ndiaye (Atl. Pianura Bergamasca). Tra le barriere spazio alla junior Martina Cottali (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) sui 100 ostacoli e a tre “under” come Lorenzo Paganini (Pro Sesto), Fabio Izzo (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e Riccardo Legnani (CUS Pro Patria Milano) sui 110 ostacoli.

Nel lungo Alessia Boroni (Unione Atl. Valtrompia), l’atleta di casa, è la più attesa in campo femminile: tra gli uomini Giulio Panara (Pro Sesto), appena atterrato a 7.30 a Mendrisio (Svizzera), e l’under 23 Denis Rigamonti (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter). Nicholas Nava (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter) e la vicecampionessa italiana Assoluta Teresa Maria Rossi (CUS Pro Patria Milano) sono le stelle attese in un salto in alto che proporrà pure alcuni giovani quali Martina Leorato (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), la figlia d’arte Maddalena Scansetti (PBM Bovisio Masciago) e Alessandro Di Gregorio (OSA Saronno).

Le gare sono a invito, ma alcuni posti sono ancora liberi: chi si volesse candidare a competere nel meeting deve scrivere all’indirizzo e-mail [email protected] entro le ore 24:00 di domani giovedì 22 luglio. Nella giornata di domani verranno svelati anche i protagonisti di una grande gara di 3000 metri piani uomini.

LA CONFERENZA STAMPA – Apre gli interventi Fabrizio Benzoni consigliere comunale con delega allo Sport, ribadendo e sottolineando come il Leonessa Meeting sia un orgoglio per la città in quel nuovo gioiello come l’impianto del SanPolino. Secondo Benzoni  il meeting va visto anche come grande test di tutta la struttura sportiva che dovrebbe essere consegnata entro la fine di agosto. “Gasatissimo” si definisce poi l’assessore alla rigenerazione urbana Valter Muchetti che sottolinea come sia stato un impianto decisamente voluto da tutti e porge i suoi ringraziamenti alle società sportive bresciane. Decisamente positiva anche la progettualità dietro impianto del SanPolino : Muchetti rivela inoltre esistenza di una discussione su un secondo lotto di lavori che potrebbero trasformare l’area di SanPolino in un rinomato training center per l’atletica.

Piacevole intervento del dottor Valli, responsabile della comunicazione per Banca Valsabbina che applaude alla brillante sinergia con FIDAL Brescia, sinonimo di serietà e professionalità sul territorio.  Giorgio Lamberti (grande azzurro del nuoto e oggi presidente di San Filippo) ricorda come l’impiantisca sportiva bresciana per l’atletica stia vivendo un risveglio generale visto il grande successo della zona SanPolino e il quasi certo recupero della leggendaria pista del Calvesi.  Toccante il ricordo di Roberto Boroni (presidente dell’Unione Atletica Valtrompia) per la scomparsa del figlio Davide alla cui memoria viene dedicato il salto in lungo. Conclude il presidente FIDAL Brescia Rolando Perri che,visibilmente emozionato, presenta tecnicamente l’evento e rivela che alcune gare saranno di buon spessore agonistico, un principio fondamentale per nascita di questo meeting elite (atleti da tre continenti che hanno chiesto informazioni). Perri ricorda che sarà una edizione zero in cui, prima di tutto ,la già collaudata macchina organizzativa FIDAL Brescia sarà chiamata a uno step ulteriore.  “Vogliamo che già sabato ci venga chiesta la data del 2022 essendo rimasti soddisfatti da questo anno” chiosa Perri.

Cesare Rizzi/Alberto Stretti

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *