ASSEGNATI I TITOLI REGIONALI JUNIORES E PROMESSE

ASSEGNATI I TITOLI REGIONALI JUNIORES E PROMESSE

2 – 3 luglio 2022
Nel primo weekend di luglio, caratterizzato da un clima sempre più torrido, hanno preso il via i
Campionati Regionali Individuali su Pista per le categorie Juniores e Promesse: la prima giornata
di gare è stata ospitata a Bergamo, che ha abbinato il trofeo Anguria alla manifestazione federale,
mentre l’impianto di Busto Arsizio ha accolto le gare della domenica.
Sono sette i titoli regionali portati a casa dai nostri atleti bresciani, oltre ai numerosi podi.
Juniores femminile – Sui 100m brilla Anna Maccagnola (Atletica Brescia 1950 Metallurgica San
Marco) che vince il titolo regionale chiudendo la finale in 12.35, dopo aver siglato il suo nuovo
personal best in batteria con il tempo di 12.25; la compagna di squadra Alexandrina Mihai si
prende il titolo nei 5000m di marcia, che l’hanno vista protagonista di una spettacolare prestazione
nonostante le condizioni proibitive: anche per lei nuovo primato a 22:54.81. Gli 800m accolgono
Claudia Tapparo (Freezone – 2:17.39) sul secondo gradino del podio, e Anna Castellani (Atletica
Rezzato – 2:20.55) sul terzo.
Per quanto riguarda i lanci, l’Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco conquista il secondo
posto nel getto del peso con la prestazione di Simona Marrale (10,60m) e il terzo posto nel
giavellotto con il lancio di Luna Gasparini (34,81m).
Due terzi posti nei salti con Anna Tarragin (Atletica Virtus Castenedolo – salto in lungo 5,28m) ed
Elisa Vitale (CUS Brescia – salto triplo 11,33m).

Promesse femminile – Fatimatu Iddrissou (Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco) corre
a prendersi il titolo regionale nei 400m in 57.96, siglando il suo nuovo personal best; la compagna
di squadra Ester Franchi agguanta titolo e il nuovo personal best nei 100hs con il tempo di 15.81.
Regina indiscussa degli 800m è Sophia Favalli della Freezone, che mette la sua firma sul titolo
chiudendo in 2:12.85, e precedendo di poco l’allieva Samira Manai (2:13.28).
Doppio podio ma nessun titolo per la velocista Fatoumata Kabo (Atletica Carpenedolo) che nei
100m conquista il terzo gradino del podio con una prestazione da 12.17, mentre nei 200m sale
all’argento con il tempo di 25.25.
Infine terzo posto per Joan Adu (Atletica Virtus Castenedolo – 44,65m) nel lancio del martello e
per Arianna Bauce (Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco – 11,04m) nel salto triplo.

Promesse maschile – Il velocista David Zobbio del C.S. San Rocchino mette finalmente le mani
sul titolo regionale nei 200m con il tempo di 21.84, dopo un secondo posto nei 100m (10.97). Titolo
anche per il siepista della Freezone Giovanni Carli, con il tempo record di 9:27.88. Terzo posto
nelle siepi per Nicolo’ Ignazzitto (Unione Atletica Valtrompia – 10:01.63).

Da sottolineare la grande prestazione di Vanni Akwannor (Atl. Chiari 1964 Libertas, 47.88) nei
400 m che, oltre a conquistare il terzo posto assoluto, per la prima volta scende sotto il muro dei
48 secondi.
“Il movimento femminile sta raggiungendo obiettivi ambiziosi, come dimostrano gli importanti
risultati raccolti in questi campionati regionali – spiega Rolando Perri, presidente FIDAL Brescia.
La collaborazione tra società bresciane e comitato provinciale vuole proprio perseguire questo
importante obiettivo, ossia portare l’atletica bresciana ad alti livelli. Stiamo lavorando affinchè
anche il settore maschile possa distinguersi sul piano nazionale, e già si vedono i primi risultati.
Sicuramente il lavoro di team è fondamentale per sostenere una crescita armonica di tutto il
settore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.