LEONESSA 2022 – IL MEETING DEL VENTO
MEMORIAL DAVIDE BORONI

28 maggio 2022
Le pessime condizioni metereologiche hanno condizionato non poco la seconda edizione
del Meeting della Leonessa: le raffiche di vento e la temperatura drasticamente scesa di
almeno 15 gradi, hanno penalizzato l’elevato livello tecnico degli atleti presenti in gara.
Ciò nonostante il programma tecnico non ha subìto variazioni di rilievo ed è andato in
scena lo spettacolo che pubblico e appassionati attendevano.

Strepitosa prestazione di Elena Carraro (Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco)
nei 100 ostacoli donne, che mette a segno una prova perfetta, nonostante le improvvise
raffiche di vento. Il suo 13.22 (vento +2.4) la fanno balzare sul gradino più alto del podio e
realizzare la miglior prestazione tecnica di giornata al femminile.
Nei 200m donne la veronese Anna Polinari (Carabinieri Sez. Atletica) ritocca il suo PB di
20 centesimi e ferma il cronometro ad un eccellente 23.83 .
Derby bresciano nei 400m donne dove la bresciana tesserata Bracco Atletica Alessandra
Bonora (53.92) batte Alessia Seramondi (Atletica Brescia 1950 Metallurgica San Marco –
54.66); quarta la compagna di squadra Alexandra Almici (54.94)
Negli 800m Irene Vian (Atletica Riviera del Brenta) non teme le rivali e vince con un buon
2:08.87 davanti alla junior Martina Canazza (Bracco Atletica – 2:09.48).
I 3000m donne sono stati conquistati dalla keniana Caroline Gitonga che ha fermato il
cronometro a 9:11.07 davanti a Fraida Hassanatte del Ciad 9:36.99.

Il Trofeo Memorial Boroni, in ricordo di Davide, giovane promessa scomparsa
prematuramente in un incidente stradale nel 2015, è stato assegnato alle tre migliori
prestazioni tecniche della manifestazione nel salto in lungo femminile e maschile: primo
premio alla lunghista Marta Giovannini (Atletica Livorno) che ha vinto con la misura di
5.93m, mentre Camillo Kabore (Assindustria Padova – 7,00m.) con la sua vittoria si
aggiudica il premio per la seconda miglior prestazione tecnica.

In campo maschile i 200m sono dominati dal milanese Simone Tanzilli (Atletica Riccardi
Milano – 21.47) davanti a un promettente Lorenzo Ianes 21.60 (Athletic Club 96 Alperia).

Abdelhakim Elliasmine 1:48.84 (Atletica Bergamo 1959 Oriocenter), Eric Nzikwinkunda
(Burundi) 1:49.15, Francesco Pernici (FreeZone) 1:49.99: questo il podio di un
eccezionale 800 maschile, dove i tre atleti hanno battagliato per tutta la competizione
incuranti del vento e del freddo.
Tripletta etiope Gebeyehu Belay 8:04.98, Belesse Mirhan 8:06.39, Merga Tulu 8:08.16
nei 3000 e un ottimo Mattia Padovani (Atl.Lecco – 8:08.72) che, piazzandosi al quarto
posto, emoziona la folla presente facendo sperare nel grande miracolo di battere gli
africani fino agli ultimi 300m.
Il salto in alto maschile ci regala un duello all’ultimo salto tra Christian Falocchi (Fiamme
Oro Padova) e Manuel Lando (Aeronautica Militare). Ad avere la meglio è stato Falocchi
che è riuscito a raggiungere l’ottima misura di 2,18m, adattando la sua rincorsa agli
improvvisi cambiamenti di direzione del forte vento.

La gara più attesa, posticipata al termine del programma per attendere condizioni meteo
migliori, non ottiene purtroppo l’effetto sperato e, quindi, anche il 1500 maschile deve fare i
conti con il meteo avverso. L’ugandese Peter Maru, sfidante di lusso per il nostro Yeman
Crippa, non teme il vento e piazza un deciso ultimo 200m andando a cogliere in 3:41.29 la
vittoria. Secondo Yeman Crippa (FiammeOro) in 3.43.90. Una gara comunque costruita
alla perfezione che dà un ulteriore input per una nuova stagione dell’atletica elite a
Brescia.
In mezzo a tutti questi big, i giovani talenti della provincia hanno corso le fasi finali de “Il
Ragazzo e la Ragazza più veloce di Brescia”, importante progetto di diffusione dell’atletica
nella realtà scolastica del territorio, promosso dal comitato Fidal Brescia. Ventiquattro
ragazzi e ragazze delle scuole secondarie di primo grado della provincia si sono contesi il
titolo sulla distanza di 80m: hanno vinto il titolo Aurora Bonometti dell’IC Centro 1 di
Brescia con 11.22 e Matteo Boldini dell’IC Flero in 9.97. Riconoscimento speciale per
Carla Assane dell’IC Botticino che, nonostante appartenga alla categoria ragazzi, si
afferma con 11.05.
Il Presidente Fidal Provinciale Rolando Perri “E’ difficile fare una dichiarazione in una
giornata come oggi in cui si sono alternate prestazioni eccellenti ad altre drasticamente
segnate da folate impossibili di vento. Questo meteo pazzo ha dettato le regole e tutti noi
ci siamo dovuti adeguare. Nonostante ciò alcuni atleti sono riusciti a siglare il loro
personale e questo mi inorgoglisce moltissimo: mi spiace per coloro che hanno realizzato

performance di livello, purtroppo invalidate a causa dell’eccessivo vento. Essere atleta
significa anche mettersi alla prova quando le condizioni non sono ideali, mettendosi di
fronte a una sfida ancora più difficile: ed è quello che è capitato qui a Brescia oggi
pomeriggio.
Ringrazio l’U.S. Atletica Valtrompia per la raffinata organizzazione di questo evento e
per aver deciso di associare la memoria di Davide al meeting della città”.

I risultati completi sono visibili al link:
https://www.fidal.it/risultati/2022/COD9686/RESULTSBYEVENT1.htm

Credit foto Davide Vaninetti

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.