10000mt TRICOLORI: ARNAUDO E RIVA CONQUISTANO IL TITOLO
ITALIANO

10000mt TRICOLORI: ARNAUDO E RIVA CONQUISTANO IL TITOLO
ITALIANO
Oggi la città di Brescia si è vestita del tricolore per incoronare Anna Arnaudo e Pietro Riva
campioni italiani assoluti dei 10000 su pista.
La gara femminile vede una Anna Arnaudo (Battaglio Cus Torino Atl. – 32:46.05)
agguerritissima che prende la testa della corsa fin dai primi metri: la sua vittoria le assegna
il doppio titolo italiano promesse e assoluti. Le brillanti inseguitrici Rebecca Lonedo
(Atletica Vicentina 33:42.77) e Gaia Colli (Atletica Valle Brembana – 34:16.94) hanno
mantenuto le posizioni iniziali siglando quindi rispettivamente l’argento e il bronzo.
Il podio maschile si decide nella seconda serie, in cui l’oro di Pietro Riva (G.S. Fiamme
Oro Padova – 28:41.57) arriva dopo una gara molto controllata, decisa in volata sul
rettilineo finale in cui ha avuto la meglio su un determinato Italo Quazzola (Atletica Casone
Noceto – 28:42.35); terza posizione per Francesco Guerra (G.P. Parco Alpi Apuane –
28:45.70), che vince anche il titolo italiano categoria promesse.
Yohanes Chiappinelli (C.S. Carabinieri sez. Atletica – 28:51.72) e Pasquale Selvarolo
(G.S. Fiamme Azzurre – 28:53.77) hanno resistito aggiudicandosi il quarto e quinto posto
assoluto.
La campionessa italiana Anna Arnaudo, dominatrice indiscussa, così descrive la sua
performance in cui ha corso con testa e con ritmo fin dai primi metri: “Non mi immaginavo
fosse così difficile correre in solitudine per così tanti chilometri. È stato bello, ma avrei
preferito fare qualche secondo in meno. Nonostante sia una delle prime gare di stagione,
sono felicissima e penso già alle prossime gare e alla lunga stagione che si prospetta”.
Pietro Riva nel suo commento: “Questo titolo italiano è il miglior regalo di compleanno che
potessi ricevere. Dopo due esperienze poco felici ho voluto assolutamente riscattarmi, e
oggi qui a Brescia ce l’ho fatta. Con il mio coach Stefano Baldini ho imparato a correre a
ritmi bassi risparmiando energie, tant’è che abbiamo corso intorno ai 2:54. Ringrazio Italo
Quazzola per aver preso l’iniziativa a metà gara, vivacizzando la progressione. Ci saranno
altre occasioni per andare forte, oggi volevo vincere.”
Il Presidente del Comitato Provinciale FIDAL Brescia così racconta le sue impressioni:
“E’ stato stancante ma sono molto soddisfatto: stancante perché è da questa mattina che
sono qui insieme a tutto lo staff organizzativo ad allestire in modo perfetto il campo gara.
Poi è compito degli atleti fare le gare, che hanno dato il meglio. Siamo stati spettatori di

due gare molto diverse: la Arnaudo ha corso in solitaria con grandissima grinta e oltre alla
vittoria ha portato a casa un ottimo tempo, dimostrando tutto il suo valore.
La gara maschile è stata gestita tatticamente da Riva in maniera ineccepibile, con un
Quazzola che ha sorpreso ed emozionato. Bellissimo l’ultimo giro da cardiopalma.
Il mio momento preferito? La volata finale che ha concluso la giornata gare nel modo
ottimale.
Ringrazio in primis l’amministrazione comunale che ci ha dato questo campo, un vero
gioiello; il C.S. San Rocchino con cui si è instaurata una bellissima intesta; il gruppo del
comitato FIDAL Brescia, che è alla base di questi grandi risultati.
In ultimo ringrazio il settore tecnico e il consiglio federale nazionali per la fiducia e il
supporto totale che ci hanno dato anche durante la gara, e insieme abbiamo già
cominciato a lavorare per il 2023”.

TUTTI I RISULTATI DELLA GIORNATA

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.