Torun (Polonia), 6 marzo 2021

La conquista Marcell Jacobs, che vince la finale dei 60 metri con il tempo di 6″47. Il tempo di Jacobs, che ha letteralmente dominato, oltre ad esser la migliore prestazione dell’anno, rappresenta anche il nuovo record italiano: il precedente, con 6″51 apparteneva dal 2013 a Michael Tumi.Felicità per tutti visto che l’oro nei 60 ci mancava dal 1983, con Tilli, felicità per chi era oppresso da un medagliere vuoto e per chi spera oggi di vedere ancora una bandiera italiana sulle spalle di un campione europeo.La concorrenza è schiantata: secondo chiude il tedesco Kevin Kranz con 6.60, mentre il terzo posto va al campione uscente, lo slovacco Jan Volko (6.61). È una notte insomma magica per lo sprinter di Desenzano del Garda (Brescia), capace di regalare alla spedizione azzurra il primo podio in questa edizione dei campionati europei e di migliorare il primato personale di sei centesimi proprio nel turno decisivo e dopo aver dominato già dalla mattinata con il 6.59 della batteria e il 6.56 della semifinale, in entrambi i casi i tempi più rapidi del turno. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *