Ancora ad Ancona, Herrera Abreu nello Sprint; piovono personali per Guizzetti, Taini e Rigali

Ancona 15-17/02/2019 Campionati Italiani Assoluti indoor – foto di Giancarlo Colombo/A.G.Giancarlo Colombo

Ultima fatica per gli assoluti ad Ancona per il cinquantesimo compleanno della massima rassegna nazionale al coperto, che si è chiusa con il bellissimo secondo posto nei Cds Assoluti al femminile Indoor per l’Atletica Brescia 1950 da anni supportata dall’Ispa Group. Le prestazioni di rilievo non sono mancate per le “bresciane” che vestono la maglia bianco blu. Un secondo posto, con un piccolo amaro in bocca in quanto il punteggio è affiancato proprio della società Bracco Atletica di Milano, un’altra grande rivale della società bresciana che rivedremo all’aperto; entrambe le compagine hanno totalizzato 184 punti.
Vince il titolo italiano, il secondo consecutivo tra indoor e outdoor Johanelis Herrera Abreu, che dopo la vittoria a Pescara sui 100, bissa la maglia di migliore in Italia anche al coperto, grazie al lodevole 7.32 sui 60 che annichilisce, le più quotate per la distanza, Bongiorni e Siragusa che hanno fatto di questa specialità il loro piccolo tempio. In finale era presente sette posti più indietro Chiara Melon che si conferma su splendidi livelli dopo il titolo italiano tra le Under23 e il titolo regionale. Corre ancora 7.53, palesando un ottimo stato di forma nel corso di queste ultime tre settimane. Hanno preso parte alle semifinali anche Chiara Torrisi con 7.66 e Alessia Pavese con 7.79 (batteria corsa in 7.69).

Grande prova anche per le ragazze nel mezzofondo con Elisa Bortoli ora armata nell’esercito (Atletica Brescia 1950 Ispa Group), che nei 1500 si regala una splendida medaglia di bronzo con 4:20.81, tempo eccezionale per un Campionato Indoor. Al sesto posto troviamo Elisa Cherubini che non tradisce le attese nonostante la concorrenza di grandi atlete con 4:31.52, segnando il suo secondo tempo di sempre al coperto.
Quinto posto per Federica Zanne, Esercito nei suoi 3000 metri che l’hanno resa una delle migliori interpreti nella penisola con un pregevole 9:27.60. Poco più in là, in ottava posizione troviamo Mara Ghidini con 9:38.79 e il suo nuovo personale alla seconda gara indoor di carriera.

Per lei è stato un semplice sprint, adesso che si sta dedicando alla 50km di marcia (ancora per poco viste le nuove normative Iaaf). Anche questa volta fa parlare di sé la marciatrice Nicole Colombi reduce del titolo italiano e record nazionale sulla massima distanza federale, che a questo giro dovrà accontentarsi di un buonissimo terzo posto in 13:24.01 nell’unica uscita Indoor stagionale.

Eccellenti le gare delle bresciane, Linda Guizzetti e Silvia Taini rispettivamente, Cus Pro Patria Milano e Brixia Atletica 2014 SSD SRL che nella finale sui 60 ostacoli arrivano sesta e settima, entrambe a 8.48. Per Silvia arriva il quarto record personale consecutivo (nonostante la batteria corsa in 8.50 già record), mentre per Linda, in batteria è stata capace di planare a 8.43, proiettandola, in ottica Europei Under23 sicuramente protagonista tra le italiane, insieme a Oki e Di Lazzaro, sue rivali di sempre.
Sesto posto per Sofia Favalli (Quercia Trentingrana), che finalmente dopo una stagione indoor al coperto difficile a livello cronometrico trova l’acuto in 2:11.21.

Si ripete Roberto Rigali ora Bergamo Stars sui 60 con un altro secondo posto e il nuovo personale in semifinale in 6.72. In finale dietro a Luca Lai, dominatore di questa stagione indoor (tra gli “umani”) in Italia, che vince in 6.71, troviamo Roberto solo due centesimi più in là. Tra i semifinalisti anche Andrea Federici (Biotekna Marcon), ha potuto distinguersi in 6.91.

Nonostante tutto a Glasgow potremo ammirare il ritorno in pedana azzurra dopo la prima uscita a Madrid, Marcell Jacobs che vestirà i colori dell’Italia dopo la parentesi neanche troppo felice degli Europei di Berlino sui 100.

 

  • TOP 3
    Johanelis Herrera Abreu, 60 metri 7.32
    2. Roberto Rigali, 60 metri 6.72
    3. Nicole Colombi, Marcia 3000 metri 13:24.01

 

Rovetta Dominique per Fidal Brescia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.