E’ Titolo Regionale Assoluto per Piubeni; Ori di categoria a Melon, Rodiani e Shahaj

Podio dei 200 mt

E’ sempre lui il Campione Regionale Assoluto Lombardo nella velocità. Anche in questa edizione di Padova sui 200 indoor, non si fa scappare la grande occasione Alessandro Piubeni dell’Interflumina è Più Pomì, classe 1994, che dopo il titolo dello scorso anno a Saronno sui 60, al primo giro di pista al coperto si regala il terzo titolo di carriera, il secondo indoor. Il tempo recita un ottimo 22.04 con cui lascia dietro di sè ben 188 atleti. Prestazione decisamente positiva per David Zobbio che alla seconda uscita stagione, la prima sui 200 chiude proprio al secondo posto con un grandissimo 22.31. L’atleta da poco tesserato per la società sportiva San Rocchino, abbassa ulteriormente il tempo ottenuto la scorsa stagione sulla stessa pista, migliorando di fatto quello che è il suo personale a Padova.
Proseguono le uscite stagionali di Sophia Favalli (Quercia Trentingrana) sugli 800 metri. Questa volta la giovane Junior è costretta ad arrendersi alla più esperta Serena Troiani che vince la gara. Favalli combatte per il secondo posto, avendo la meglio al fotofinish su Federica Cortesi, e siglando un buon 2:14.41. Federica Zanne da poco arruolata nell’Esercito, si cuce il secondo posto nella gara dei 3000 metri con 9:32.64, avvicinando il personale indoor, ottenuto ad Ancona, durante la prova degli assoluti 2018. Sul podio lombardo al secondo posto troviamo la Promessa dell’Atletica Brescia Elisa Cherubini con il nuovo primato personale a 10:10.32 e la medaglia d’argento. Dietro di lei si ritaglia uno spazio la promettente allieva Giulia Bellini (Free Zone) in 10:20.92, con il nuovo personale in sala e il terzo posto assoluto. Il giorno seguente è festa grande per Cherubini sui 1500 con il primato indoor nella sua specialità, grazie al 4:32.27 che le regalerà il primo posto della gara (i titoli verranno assegnati il 10 febbraio prossimo). Per lei l’inizio di questa stagione è molto incoraggiante, dopo anche la bella prestazione della settimana scorsa al “Campaccio”. Al secondo posto Elisa Ducoli (Quercia Trentingrana), Junior, stampa un buon 4:43.52. Nel frattempo a Saronno ai Campionati Regionali Junior e Promesse, grande prova dell’Atletica Brescia, con il duo dei 60 metri, Chiara Melon e Gaia Pedreschi. Le due compagne di squadra firmano rispettivamente 7.69 e 7.73, con cui presumibilmente si presenteranno agli Italiani Under23, con speranze di finale per entrambe. Argento ancora Atletica Brescia con Laura Festa nel salto con l’asta Junior, che chiude a 3.10. Stessa misura per Roberta Ghidoni, ma con un errore in più alla stessa misura. Torna di prepotenza nel triplo Alice Rodiani sempre Atletica Brescia con il titolo Regionale Junior, grazie al 12.37 con cui si porta in testa alla gara dal quarto tentativo fino alla fine della competizione.
Il titolo Regionale Under20 per la prima volta nella sua carriera va a Samuel Shahaj dell’Atletica Chiari, pareggiando il personale di 1.94 ottenuto lo scorso giugno in casa durante il Meeting Nazionale. Per lui arriva perciò il nuovo primato al coperto, battendo il precedente di nove centimetri. A Bergamo ai Campionati Regionali Allievi nel salto in alto femminile, troviamo al secondo posto l’atleta della Virtus Castenedolo, Irene Romano, che alla prima uscita stagionale si laurea vicecampionessa con 1.61. Sempre sulla pista di Via Monte Gleno, arrivano i primi due personali nella velocità per Alessia Pavese dell’Atletica Brescia e Fatoumata Kabo dell’Atletica Carpendolo. La Promessa che si allena a Bergamo spinge fin da subito con 7.63 in batteria seguito da un 7.58 in finale, chiudendo al secondo posto dietro a Marta Maffioletti. Quinto posto invece per la carpenedolese Kabo, che dopo il personale nel primo turno a 7.80, chiude la finale con un leggero peggioramento di noce centesimi. Nei 60 ostacoli abbassa ulteriormente il tempo di Parma la Junior azzurra Elena Carraro con i nuovi colori dell’Atletica Brescia grazie all’8.71 che ottiene in avvio di gara. La finale la chiuderà in 8.80. Anche l’Under20 Oscar Maifredi dell’Atletica Chiari firma il personale due volte. Prima con 8.32 e infine in 8.30, dietro soltanto a Piazzalunga. Il giovane Under18 dell’Atletica Vallecamonica, Paolo Gosio, continua a migliorare il proprio Pb  portandolo questa volta a 8.04, dietro a un eccellente Samuele Maffezzoni. A Modena  Andrea D’Amore della Virtus Castenedolo vince il triplo con un buon 14.88 all’ultimo tentativo, alla prima uscita stagione nella specialità. Continua a migliorarsi Silvia Taini (Brixia Atletica) con il nuovo personale sui 60 ostacoli a 8.58, limando di un centesimo il tempo ottenuto la settimana scorsa a Parma. In finale colpisce vistosamente la prima barriera ed è costretta ad arrendersi a Elena Marini con il tempo di 8.73. Secondo posto per Michelle Mangiapane (Atletica Brescia) nella categoria Junior con 9.17. Nella bolgia dei 60, Andrea Federici della Biotekna, alla prima gara sulla distanza (settimana scorsa ha corso i 50 metri a Parma), ottiene un buon 6.92 in batteria (6.95 in finale). Da segnalare il 5.52 di Erika Gull (Biotekna) e il 5.49 di Ilenia Vaira (Bergamo Oriocenter) nel salto in lungo.

  • RISULTATI TOP DEL WEEKEND 19/20 gennaio 2019
    Alessandro Piubeni, 200 Metri – 22.03
    2. Alessia Pavese, 60 Metri – 7.58
    3. Silvia Taini, 60 Ostacoli – 8.58

Dominique Rovetta per Fidal Brescia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.