Gosio On The Track, prestazione colossale a Saronno

Paolo Gosio è l’uomo copertina dei Campionati Regionali Allievi a Saronno, con un rientro alle gare degno di nota.
Incredibile è il tempo che realizza in finale, 7.88 sui 60 con ostacoli, che decide la gara e lo scaraventa di prepotenza nella Top5 di categoria in Italia di sempre avvicinando sempre di più Simonelli, il recordman, fermo a 7.71. Per Paolo l’inizio è già spumeggiante con una batteria da 8.09, tempo che gli permetterebbe comunque di essere un reale pretendente alla finale, ma con il crono realizzato qualche minuto più tardi, le sue speranze sono ben più alte.
Il giovane camuno dell’Atletica Vallecamonica è il migliore bresciano sugli ostacoli nella categoria allievi e detiene tutt’ora il primato provinciale con 14.06, che se confermato gli basterebbe per prendersi la maglia azzurra nei futuri Campionati Europei Under18 di Rieti, dove potrà senza ombra di dubbio dire la sua.
A livello mondiale il prospetto allenato da Agostini, occupa momentaneamente il quarto posto (secondo, se considerassimo la squalifica russa dalle competizioni e graduatorie), segnando anche un piccolo record, ossia l’allievo bresciano migliore nelle liste planetarie Indoor, pre Campionati Italiani.
I suoi diretti avversari per ora, sono per lo più europei (pochi statounitensi hanno gareggiato finora).

Bella prova anche per una delle nuove leva della Virtus Castenedolo, Mattia Bona sui 60 metri, capace di prendersi l’argento dietro ad un imprendibile Cappelletti. Mattia si laurea vicecampione regionale con 7.14 (7.17 in batteria) e avvicina il primato personale ottenuto a Bergamo. Al momento il ragazzo “castenedolese” occupa il sedicesimo posto in Italia e dovrà lottare con le unghie e con i denti se vorrà guadagnarsi l’accesso alla tanto sperata finale che manca dal 2011 per la Virtus Castenedolo, quando un giovane Bianchini con lo stesso personale di Mattia (7.11), si guadagnò il quinto posto.

Interessanti le due prove di Martina Cottali (Atletica Brescia) sui 60 con ostacoli e 60 piani, dove riesce a qualificarsi per le finali in entrambe le specialità.
Nella gara con le barriere, trova un buon 9.10 in batteria, che confermerà in finale, prendendosi la medaglia di bronzo in 9.09; entrambi i tempi molto vicini al primato personale di 9.00 ottenuto lo scorso anno a Bergamo.
Nella gara più veloce riesce ad entrare in finale B con l’ultimo tempo possibile di 8.16, che migliorerà poi in 8.12 e il decimo posto complessivo.
Davanti a lei, la Brixia Atletica con Marie Claudine Mendy , grazie ad un buon 8.11 (8.12 in batteria). Anche Marie si presenterà ad Ancona, grazie al pass strappato il 18 gennaio a Padova.
Nel salto triplo, Elisa Vitale sempre Brixia Atletica, colleziona la sua prima medaglia in campo Under18, con il nuovo record personale di 11.11, ma che non basta per ottenere un viaggio nel capoluogo marchigiano la prossima settimana.
Settimo posto per Arianna Gatti (Atletica Chiari) con 10.37. Anche tra i compagni maschi, nel triplo, troviamo all’ottavo posto Stefano Tanghetti (Brixia Atletica) con 12.29.
Marco Belotti (Atletica Chiari), cerca risposte nel salto in lungo a Bergamo, dove raggiunge un tranquillo per lui 5.90, dopo aver rischiato la finale per due nulli in avvio di gara.

Rovetta Dominique per Fidal Brescia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *