CAMPACCIO E PRIME INDOOR

Inizia a San Giorgio su Legnano la stagione Olimpica 2020, nel consueto “World Athletics Country Permit Meeting” arrivato alla 63° edizione del Campaccio.
Per i colori bresciani, ottima prova di Federica Zanne, la migliore bresciana in gara che con la maglia dell’Esercito (proveniente da Atletica Brescia 1950 Ispa Group), porta il suo pettorale 139 all’ottavo posto, confermando quanto di buono ha già dimostrato finora. Chiude la campestre in 20:42, precedendo Merlo, finendo in sostanza al terzo posto tra le italiane, sul podio virtuale. Buona e molto costante la condotta di gara, in quanto si tiene al nono posto per quasi tutta la competizione, tolto nell’ultimo kilometro. Nonostante fosse partita con un ritmo abbastanza guardingo (3:35 al primo km), ai 3km comincia a macinare, chiudendo il miglior intertempo sui 1000 metri in 3:17.

ULTIMI METRI DI GARA DI FEDERICA ZANNE

Non solo Federica per le bresciane, ma anche Silvia Radaelli, della Free Zone, troviamo al 17° posto, con un bellissimo recupero dopo i primi 3000 metri, che l’hanno vista risalire la china, di ben sei posizioni. Molto buono anche il suo km più veloce in 3:28 dai 2 ai 3km. Chiude la fatica in 21:20, undicesima tra le italiane.
Sempre con i colori della Free Zone, non si nasconde tra le Junior Aurora Bado, che chiude al sesto posto tra le Under20 e al 31° nel totale. Eccellente il suo recupero dalla 38esima posizione al termine dei 2km. Per lei un crono di 22:27. (3:40 il “giro” più veloce).
Parte molto forte la compagna di squadra, Roberta Vignati, che dopo i primi due km stanzia costantemente in 30esima posizione con una media di 3:43 al km, viene sopravanzata durante la parte centrale della campestre e dovrà “accontentarsi” di un eccellente finale, chiudendo in 22:44 al 35° posto.
Sempre al femminile quinto posto nella categoria cadette per Giorgia Canziani (Free Zone), che chiude i 2km del tracciato in 7:43 (ultimo 1000 in 3:48). Sfiora il podio la Under14, Nicole Murtas (Corrintime), che chiude i 1200 metri in 4:57.
Bella la prova di Lia Tavelli (Atletica Lonato) SF35, vincitrice della gara di categoria e seconda nel complessivo “Master” in 15:13 sui 4km (3:42 il km più rapido).

Al maschile il nostro primo portacolori arriva dall’Atletica Rodengo Saiano Mico, Stefano Lombardi, con un buon 23esimo posto. Nei suoi 10.000 metri, abbiamo due eccellenti “giri” in 3:02 al terzo e penultimo km. Gara compassata la sua nei primi km per poi iniziare a recuperare posizioni, riuscendo durante tutta la corsa a scavalcare ben dieci atleti, perdendo solo tre posizioni nel finale, chiudendo in 31:28.
Non lontano da lui troviamo il compagno di squadra, Iacopo Brasi in 32esima posizione, che inizia la gara con l’amico e si tengono sulla stessa linea per i primi 3km (3:04 nel giro più veloce del collega), salvo poi continuare su questa andatura perdendo soltanto due posizioni, anche lui nel finale, finendo in 32:11.
Unico rappresentante nei primi 35 posti del C.S. San Rocchino, troviamo Emilio Elena, forse l’atleta più costante di tutta la competizione a livello di posizioni in quanto dell’inizio alla fine della corsa manterrà sempre il 35esimo posto. Per lui 32:36, con il giro più veloce in 3:08.
Dominio totale nella categoria SM45 per Davide Raineri della San Rocchino.

Stacca gli avversari già al primo km, chiudendo in 16:47 con un eccellente ultimo km in 3:10. 4250 metri per la categoria Master con una eccellente media al km quanto basta per portarsi a casa la vittoria.

Gli azzurri si distinguono come sempre contro i rivali stranieri, arrivati per lo più dal continente africano, più precisamente dal Kenya e dall’Etiopia.
Altra ottima prestazione di Crippa, che sfiora il podio, perdendolo di fatto nella volata finale. Anche la giovane campionessa europea Under20, Nadia Battocletti chiude non lontano dai primi posti, al sesto, dopo aver corso una buona fetta di gara in testa al gruppo.

 

Timidamente inizia anche la stagione al coperto con la vittoria a Padova di Alice Rodiani (Atletica Brescia 1950 Ispa Group) nel salto triplo appena sotto la soglia dei 12 metri, 11.98.
Terzo e quarto posto per le compagne Martina Cottali e Marta Braghini sui 60hs nella categoria Under18, rispettivamente in 9.30 e 9.31.
Approda nella categoria assoluta anche il campione italiano cadetti di salto triplo Kelvy Okumbor (Atletica Carpenedolo), questa volta nel lungo con 6.44 che non gli basta per accedere anche agli ultimi tre salti.

 

Settimana prossima inizieranno a pieno regime le Gare Indoor con i Campionati Regionali Assoluti di Prove Multiple.

 

Dominiq Rovetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *