Tra i Provinciali di Staffette e i Meeting del 25 Aprile Brescia si divide; tra il forte vento a chiari nel lungo e 200 e le grandi prove di Zobbio, Favalli e Gremi

0 105

Tour de force per il gruppo giudici impegnati a Chiari nel 72° anniversario della Liberazione d’Italia, il 25 aprile. Nelle gare che si sono svolte nel comune clarense troviamo ben due manifestazioni; i campionati provinciali di staffette giovanili al mattino e il meeting regionale il pomeriggio. Ufficialmente le gare sono iniziate alle 10:00 e si sono concluse con il lungo uomini alle 19:40 con uno stacco tra i due spettacoli. Grande prova di forza per la staffetta cadetti 4×100 della Robur Barbarano che vince il titolo con un distacco netto sul Rodengo Saiano secondo. Per gli Under16 di Salò Chappini, Bona, Astolfi e Avanzini è il tempo a dimostrare quanto si siano comportati bene, con il cronometro fermatosi a 46.78; uno tra i migliori risultati bresciani di sempre, a un secondo dal primato provinciale.Al secondo posto come già detto, troviamo la Rodengo con 49.54, grazie a Borsarini, Belleri, Bonomi e Borgogna la staffetta “B”. Chiude il podio la società di casa con 50.12. Al femminile vincono Deryany, Romano, Barbisoni e Almici le cadette della Motus Castegnato che si impongono con 52.68 contro il 52.84 dell’Audaces Nave con un gran recupero finale che però non è bastato per portare all’oro il quartetto formato da Seggioli, Braghini, Marrale e Seramondi. Al terzo posto ritroviamo la Rodengo Saiano con 54.74. La Motus Castegnato vince anche con la categoria inferiore sempre al femminile con Benaglia, Ouedraogo S, Dui e Ouedraogo F stampando 56.90, chiudono il podio Robur Barbarano e Audaces Nave. Tra i maschi vince la Virtus Castenedolo di Bellu, Cavagnini, Cazzavacca e Coppola con 56.68, che si lasciano alle spalle Atletica Chiari e Brixia Atletica. Il forte vento contraddistingue il pomeriggio di gare tra gli assoluti. Nei 200 vediamo la fresca di personale Alessandra Bonora della Rodengo con 24.94 (+2.9) che se non fosse per il troppo vento avrebbe avvicinato il Record provinciale di Michela Nervi (24.80). Terzo posto per Silvia Aperti passata da poco alla Brixia Atletica nei 5000 con 19:14.92. Buon risultato per Fabiana Montanari dell’Atletica Brescia nel salto con l’asta con il salto a 3.10. Vince il lungo Paola Ercoli (Brixia) con 5.52 anche lei nel vento di +2.8.Quarto posto per la compagna Ilenia Vaira con 5.34 appena ventoso (+2.1). Terreno di conquista per Veronica Rossetti del Brescia è il peso da 4kg dove vince agevolmente con 12.19. Tra gli uomini buona la prova di Carlo Facheris negli 800 con 1:58.74 per l’atleta del San Rocchino. Terzo posto per Andrea Albanesi (Free Zone) nei 5000 metri con 15:37.07. Esordio per i quattrocento ostacolisti Marco Urgnani, atleta di casa secondo con 56.05 e il ragazzo della Brixia, Ivan Garda con 57.44. 4.30 è il salto di Andrea dall’Olio (Chiari) con cui si porta al terzo posto davanti al compagno altista Samuel Shahaj fermatosi a 3.60. Vince in apertura di gara, Riccardo Cazzavacca (dopo la vittoria del fratello la mattina nella staffetta) della Virtus Castenedolo nel suo salto in lungo con cui annichilisce la concorrenza con 7.05 con vento entro la norma, ma che poi è costretto al ritiro in seguito a un leggero infortunio rimediato al quarto tentativo. Terzo posto per la promessa del Carpenedolo, Angelo Tellaroli che chiude la gara con 6.94 (+2.1), avvicinando il personale, seppur nel “troppo” vento. Nicolas Prosperi della Brixia trova il terzo posto nel getto del peso assoluto con 12.14. Nel festival di Marco Lingua, agguanta il personale Mattia Florio della Virtus Castenedolo con il martello Junior scagliando l’attrezzo a 56.28. Al Trofeo Liberazione di Modena abbiamo eccellenti risultati da segnalare. Su tutti spicca la vittoria di Agata Gremi, dell’Atletica Brescia, promessa al primo anno dove nel martello stampa al quarto tentativo 55.42. Continua il momento favoloso per Sophia Favalli e l’amica Elisa Ducoli, entrambe gioielli della Free Zone, dove la prima nei 1500 avvicina il minimo di partecipazione ai mondiali Under18 con 4:37.49 segnando il primo tempo outdoor e vincendo la gara. Terzo posto per Elisa con un buonissimo 4:46.17 nel lotto delle 53 partecipanti. Il neo acquisto dell’Atletica Brescia, Alessia Niotta porta l’argento nei 100 metri a casa con 11.94 avvicinando anche lei il Pass per gli Europei Under23 di Tallin. Nei 188 atleti che hanno composto le 33 serie dei 100 maschili troviamo sul bronzo il giovane allievo Brixia, David Zobbio, che con 10.93 (dopo il 21.77 indoor) avvicina anche il minimo Under18 dei mondiali sui 100 fissato a 10.85.

Rovetta Dominique per Fidal Brescia

 

About Author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *