Falocchi sull’olimpo del Salto in Alto con 2,21; Grandi prove per i velocisti Brixia, saltatori Virtus e doppietta 1500 – 3000 delle Zanne

Il salto di Cristian Falocchi

Continua così il bellissimo momento di Christian Falocchi (Brixia) con cui aggiunge dopo giusto 7 giorni 7 centimetri di qualità al suo già eccellente 2.14 della settimana scorsa. Si regala un 2.21 che lo porta ad ex aequo con Silvano Chesani sul tetto d’Italia. Con questo risultato il saltatore allenato da Motta si innalza al secondo posto provvisorio in Europa e decimo mondiale (atleti russi esclusi), mettendosi al collo anche la medaglia d’oro lombarda Under23. Sempre nell’alto si laurea campionessa regionale Junior con il personale limato di un centimetro Greta Seneci (Atletica Brescia) risalente a Bressanone lo scorso anno, con un buonissimo 1.67 che la mantiene nelle migliori posizioni italiane in vista dei futuri campionati individuali (lei che è anche multiplista). Nella stessa gara medaglia d’argento Under23 per Noemi Colosio (Brixia) con 1.61. Tripletta bresciana nel salto in lungo Under23 con Riccardo Cazzavacca della Virtus Castenedolo (settimana scorsa eccellente rientro a 7.02) si regala il titolo regionale, l’ultimo vinto a Lodi nel 2015, con 6.56 staccando di soli 6 centimetri il compagno di squadra Luca Piovani, terzo posto per Angelo Tellaroli del Carpenedolo che chiude il podio con 6.37. Titolo Junior a Saronno nei 60 con ostacoli per Linda Guizzetti (Brixia) che corre in batteria 8.91 e in finale 8.93 sbaragliando la concorrenza e segnando ancora tempi al di sotto dei 9 secondi. Titolo Junior anche per Fabiana Montanari (Brescia) nel salto con l’asta con 2.90, fallendo purtroppo i 3.10, che le avrebbero permesso di segnare lo stagionale. Medaglia d’argento per l’ostacolista della Brescia Imane El Alaoui nel salto triplo con 10.93. Al maschile il triplo diventa acceso nella sfida in casa bresciana D’Amore – Papa per il titolo Junior, anche qui 3 bresciani sul podio tutti al primo anno di categoria. Al terzo posto troviamo Melchisedec Forson del Rezzato con 13.16 a pochissimi centimetri dal personale (13.20), davanti a lui il compagno Davide Papa che con 13.97 sfiora l’impresa di battere “l’irriducibile” Andrea D’Amore della Virtus che in apertura vola fino a 14.00. A Padova al Palaindoor di via Nereo Rocco, erano in scena dopo anni i Campionati Regionali Assoluti sulle distanze superiori ai 60 metri e sul getto del peso. Nei 3000 metri favolosa doppietta del Brescia con le gemelle Zanne, con al comando Federica che si impone su Giulia 9:48.98 contro 9:57.67. Per loro record personale e primo Sub10 in carriera. Sempre “affamate” di risultati eccellenti, il giorno dopo si prendono i 1500 però a posti invertiti, con un 4:37.67 per Giulia e 4:38.48 per Federica ancora oro e argento per le giovani atlete allenate da Serina. Vittoria in solitaria per Francesca Stevanato (Brescia) nel peso con una serie curiosa di 3 Nulli, 2 lanci a 13.35 e uno a 13.34. Grande prova per l’Under23 del Chiari Abdellah Zahouan che migliora il crono indoor dello scorso anno di circa 2 secondi portandolo a 3:55.93 vestendosi d’oro in una gara combattutissima. Bronzo Brixia nella staffetta 4 x 200 con un buon 1:35.26 nel quartetto allievi formato da Soltan, Ousseni e Meli capitanato da Zobbio. Bronzo anche per Alessandra Bonora della Rodengo Saiano nei 400 Piani. Lei, che confrontandosi con le “grandi”, stampa un grandissimo record personale di 57.41 cancellando di fatto quello indoor e anche quello outdoor. Da segnalare che nei 60 ostacoli la promessa neo acquisto Brescia Abigail Gyedu ferma il cronometro 8.80 in finale dopo aver corso la batteria in 8.91. Sempre Brescia, l’1.68 di Nicole Arduini nel salto in alto. A Bergamo nella giornata di domenica andavano in scena le gare veloci dei 60 piani e del salto in lungo femminile. Secondo e terzo posto Under23 per le atlete della Brixia, Ilenia Vaira con il neo primato personale siglato all’ultimo tentativo con 5.69 e Paola Ercoli con 5.37 anche lei al sesto salto. Copertina della manifestazione per i due atleti veloci della Brixia, Camilla Maestrini che si mette al collo l’oro Under20 sui 60 con 7.64 in batteria e 7.65 in finale, palesando un buonissimo stato di forma. Terzo posto per la compagna Giulia Curone con 7.88 (in batteria corre in 7.83). Vince la gara extra senior Giulia Guglielmi (Brescia) con 7.81 avvicinando lo stagionale (7.75). Al maschile continua la tradizione Brixia, Andrea Federici vincendo la gara Under23 con 6.86 battendo l’esordio dello scorso anno di un centesimo dopo aver corso la batteria in 6.90. Migliora in finale Michele Ferrari (Chiari) che da 7.11 della settimana scorsa si porta a 7.08 e mette al collo l’argento Under20. Da segnalare i personali degli atleti Virtus Castenedolo Piubeni Alessandro senior da 6.98 con cui vince la finale extra senior e Lorenzo Copeta promessa con 7.07, stesso tempo anche per gli alfieri Brixia, Piergiorgio Bianchini e Rovetta Dominique. Il medagliere ai campionati regionali Junior e Promesse vede l’Atletica Brescia davanti a tutti con 8 medaglie, seguita dalla Brixia con 6, Virtus Castenedolo 3, Chiari e Rezzato 2 infine Carpenedolo 1. Notizia dagli Stati Uniti dove Stefano Migliorati ha partecipato a Blacksburg (Virginia) ad un 600 metri facendo registrare l’ottimo tempo di 1’18″84 vincendo la gara.

Rovetta Dominique per Fidal Brescia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.