Cds Allieve, solo l’Atl. Brescia 1950 a punteggio; Carraro protagonista perfetta

Inizia nel migliore dei modi la stagione di Elena Carraro della Brixia Atletica con un tempo monstre sui 100 ostacoli, alti 76 centimetri, proiettandola nei primi cinque posti in Italia, in questo anno dedicato agli ostacoli per alcune punte italiane Under18, come Veronica Besana e Veronica Crida. La nostra Elena sfiora il minimo per gli Europei ottenendo un incredibile, ma concreto 14.07, laureandosi come la seconda miglior ostacolista di categoria (per ora) nel panorama bresciano, dietro soltanto a Sara Balducchelli. Sulla sua strada la giovane atleta del centro città, trova anche Guarriello che a Reggio Emilia timbra il cartellino per Gyor di due centesimi (13.98). Mentre imperversa la battaglia nelle zone alte della classifica per una maglia azzurra, troviamo poco distante, ma con un altro eccellente tempo, Joan Adu della Virtus Castenedolo che continua a fare meglio dello scorso anno grazie al 14.49 con cui si ritaglia il quarto posto della gara. A pari merito, ma al quinto posto Michelle Mangiapane (Atletica Brescia) arriva al personale con un miglioramento di ben due decimi. Secondo posto anche sui 200 per la già sopraccitata Elena, che compie un’altra piccola impresa guadagnandosi un buon 25.53, perdendo di solo un centesimo. Al quarto posto troviamo l’altro buon tempo di Michelle che questa volta ferma il crono a 25.70. Il giovane allievo al primo anno Adam Younis della Brixia Atletica, continua a far parlare di sé con un buon 11.20 sui 100 metri. Dopo le grandi uscite di inizio stagione, si stabilizza il giovane motorino di Concesio, sulla distanza più breve; mentre sulla doppia arriva il personale con il primo tempo sotto i 23. Questa volta corre in 22.94 (-1.7) con vento contrario, che presumibilmente lo potrebbe portare anche sotto il personale appena ottenuto. Incrementa lostagional best all’aperto IonSoltan (Brixia Atletica) dopo il 6.77 ventoso di Chiari, stampa il primo rassicurante 6.54 con cui chiude al quarto posto di gara. Nei 3000 metri Elena Ghidini dall’Atletica Brescia ottiene il tempo di 10:56.29 con cui avvicina il personale, arrivando quarta in solitaria. Rammarico per il favorito del salto con l’asta, Andrea Dall’Olio del Chiari, che rovina con tre nulli la quota d’entrata in gara, tenendo in considerazione che il vincitore si fosse fermato mezzo metro sotto, dispiace ancora di più. Per le società solo l’Atl. Brescia 1950 Allieve ha completato il punteggio per la qualificazione alle finali. Facendo un salto indietro, durante il Meeting Nazionale di Palmanova, arrivato alla sedicesima edizione, il primo maggio, Natalina Capoferri, Veronica Rossetti, Dominique Rovetta e SophiaFavalli hanno gareggiato difendendo anche il buon nome dell’atletica bresciana in quel di Udine. Le discobole dell’Atletica Brescia, riescono a proiettarsi rispettivamente al secondo e quinto posto. La gara di Natalina si “chiude”, grazie al secondo tentativo che le ha portato in saccoccia 52.33 sigillando definitivamente il podio. Mentre la compagna Veronica trova molte più difficoltà, trovando comunque un gran secondo lancio a 40.99, curiosamente anche per lei al secondo turno.
Si guadagna il podio al penultimo salto di gara Dominique della Brixia con un balzo a 6.95, dopo una gara abbastanza altalenante con salti anche sotto i 6.60, ma generando uno degli esordi migliori in carriera. Non arriva in fondo Sophiadella Free Zone, anche se avrebbe potuto serenamente avere speranze di podio, ma anche in meeting come questi ci si fa le ossa necessarie per diventare dei grandi atleti, e lei non ha affatto sbagliato.
A Mantova ancora più indietro nel tempo, il 29 aprile durante il 2° Trofeo Virgilio, strabiliante Paolo Gosio (Atletica Vallecamonica) che nei 100 ostacoli, strapazza la distanza massacrando ogni suo record, ottenendo un incredibile 13.62 (-1.6) in finale, dopo aver corso la batteria in 13.96. Doppia vittoria per Alessia Seramondi (Audaces Nave) nei 300 piani con 40.50 e nel salto in lungo grazie al 5.50 ottenuto al secondo salto di gara.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *