Favalli da urlo a Rieti: oro 1500 e argento 800; oro alla staffetta 4×100 Brixia Allievi

L’arrivo di Sophia (foto Colombo/FIDAL)

Al Raul Guidobaldi di Rieti, splende la stella di Sophia Favalli della Freezone durante i Campionati Italiani Allievi, arrivati alla cinquantaduesima edizione. Otto sono i podio bresciani, con l’oro della Brixia nella staffetta e l’oro della ragazza che frequenta il Liceo Scientifico a Desenzano. Per Sophia secondo titolo italiano all’aperto dopo quello dello scorso anno al criterium cadette. In un’intervista rilasciata l’11 ottobre 2016 si augurava un 2017 molto prolifico e così sta facendo:  “Spero che anche l’anno prossimo sia positivo come questa stagione” commentava. Per lei primo titolo sui 1500 al primo anno di categoria relegando le avversarie in volata nell’ultimo giro disponibile. Il crono parla chiaro 4:35.99 per lei, alla ricerca del minimo per Nairobi (inutile per la rinuncia dell’Italia a partecipare), anche se già in possesso di quello negli 800. Infatti proprio su quest’ultima distanza arriva il personale condito con un bellissimo argento che la proietta quasi sotto i 2’10” con un tempo di 69 centesimi appena sopra questa soglia. Affianco a Sophia sui 1500 è presente l’altra giovane promessa bresciana del mezzofondo Elisa Ducoli, quinta con 4:44.87 anche lei al primo anno di categoria (terza tra le 2001). La ragazza di Breno dopo il titolo italiano dello scorso anno sui 2000 metri, questa volta agguanta un argento splendido sui 3000 con un grande personale e il crono sotto i 10 minuti con 9:49.74. Anche qui solo l’esperta Battocletti riesce a spuntarla su di lei, stabilendo comunque il nuovo primato provinciale allieve, risalente a Riccione nel 1983. Per la Free Zone due atlete, tre podi per quello che potrebbe essere uno dei miglior weekend dal giorno della sua fondazione a livello di gara in pista. Non erano i favoriti ma la pista ha recitato un copione completamente diverso. Stiamo parlando della magica staffetta della Brixia, che sovvertendo i pronostici riesce nell’impresa di vestirsi d’oro con il quartetto capitanato da Zobbio inserito in terza frazione. Con il tempo di 42.83 Meli, Soltan e Bertolani riscrivono il primato provinciale allievi migliorando l’accredito di un secondo. Grande secondo posto anche per la quattrocentista della Rodengo Saiano Alessandra Bonora, arrivata quest’anno ad un scintillante 55.30 a Bressanone. Dopo aver controllato la batteria in 56.34, in finale spara il secondo tempo di carriera 55.53 e il pass (anche se già in possesso) per i Mondiali Under18. Rodengo Saiano schiera anche nei 2000 siepi un altro atleta da finale, Enrico Vecchi che nei suoi 2000 siepi si guadagna il quinto posto con 6:09.04. In casa Atletica Brescia arriva un eccellente secondo posto nei 2000 siepi al femminile con Vanessa Campana che migliora il proprio personale di dieci secondi ottenendo il tempo di 6:54.56. Vanessa, migliora ulteriormente il primato provinciale allieve già in suo possesso. Per David Zobbio, non solo l’oro nella staffetta, ma argento nella gara individuale dei 200 metri con il nuovo primato personale di 21.61 dopo aver firmato in batteria il miglior crono, 21.68. Dopo il tempone indoor continua a essere tra gli atleti più talentuosi nel settore. Nelle file dell’Atletica Chiari si fa spazio Andrea Dall’Olio con il nuovissimo primato personale di 4.50 guadagnandosi un bronzo storico, avvicinando il record dell’altro clarense ormai “pensionato” Luca Peggion. Sbaglia di poco la misura successiva e grazie ai tentativi precedenti può galvanizzarsi di questo risultato che lo proietta ai vertici delle classifiche di specialità. Il compagno di squadra Andrea Nappi giunge sesto nella 10km di marcia con 48:56.10. Sesto posto anche per Ousseni Bara della Brixia nei 110 ostacoli con il nuovo primato provinciale non omologabile in quanto il ragazzo non è ancora in possesso della cittadinanza, ma con il tempo di 14.65 scavalca Riccardo Perini di un centesimo; tempo ottenuto in batteria, mentre in finale chiude in 14.68. L’altra ostacolista Brixia, Elena Carraro riesce a qualificarsi per la con 14.58 e poi in finale termina al settimo posto con 14.67 (controvento di -1.7). Dopo questi campionati italiani nel roster delle medaglie bresciane troviamo sempre al primo posto l’Atletica Brescia con 7 medaglie seguita dalla Brixiatletica con 4. Molto vicina la Freezone con 3 medaglie mentre Rodengo e Chiari si fermano ad una medaglia. Peccato per i mondiali di Nairobi a cui l’Italia non partecipa, erano parecchi i bresciani interessati.

Rovetta Dominique per Fidal Brescia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *