Alla San Fermo Trail record e successi per Cesare Maestri e Raffaella Rossi

Rossi_SanFermoTrail2015
L’arrivo vincente di Raffaella Rossi (foto David Pasotti)
Maestri_SanFermoTrail
Cesare Maestri (foto David Pasotti)

Domenica scorsa 23 agosto 2015 si è disputata l’edizione n.3 (la prima FIDAL) della San Fermo Trail, meravigliosa corsa in montagna trail organizzata dall’Evolution Team lungo i sentieri di Borno, nella nostra splendida Vallecamonica, in una giornata resa difficile da una leggera pioggia che ha accompagnato gli atleti nella prima parte di gara.
Record tra gli iscritti, quasi 300, e record sia in campo maschile che femminile. Nomi eccellenti tra i partecipanti a partire dal cast maschile che ha visto primeggiare l’atleta trentino Cesare Maestri dell’Atl. Valli Bergamasche Leffe con il nuovo record di 1h30’25” (percorso di circa 18 km con la cima più alta al Monte Aramo con 1930 mt slm) superando il primato di Fabio Bazzana, assente per infortunio. Dietro di lui l’atleta aostano Daniel Antonioli del  RAS Courmayeur staccato di ben 2’16”. Sul terzo gradino del podio il primo bresciano, Marco Zanoni, della G.P. Pellegrinelli, giunto a pochi secondi dal secondo posto. Fuori dal podio l’altro bresciano di Bagolino, Filippo Bianchi della Libertas Vallesabbia, con il quarto posto. Quinto Strefano Butti della OSA Sportiva Alpinisti di Como. L’altro atleta bresciano sempre targato Libertas Vallesabbia è Marco Maini, giunto al sesto posto, seguito da Manuel Cristini della New Athletics Sulzano e Stefano Pelamatti dell’US Malonno. Tra le donne non riesce a vincere Stefania Cotti Cottini. Per l’atleta camuna della Pellegrinelli partita bene c’è il secondoo gradino del podio. Davanti a lei successo per Raffaella Rossi del GP Rupe Magna con il tempo di 1h53’03”. Per Stefania un distacco consistente di ben 6’01”. Terzo gradino del podio per Debora Benedetti del Team Pasturo di Como. Giù dal podio invece Cinzia Bertasa della Bergamo Stars che ha superato Daniela Rota, tesserata UISP. «Siamo soddisfatissimi, il commento dell’Evolution team che ha organizzato l’evento, meglio di così non poteva andare». La gara, bagnata solo nella parte iniziale, è stata un’escalation di numeri positivi; anche la piazza Giovanni Paolo II ha risposto in massa al richiamo del gruppo che in tre anni ha saputo crescere e far crescere quella che oggi è un evento che mira a raggiungere traguardi importanti. «Il primo grazie va agli atleti che anche quest’anno hanno creduto in noi, poi grazie ai volontari (150 quelli impegnati sul percorso) e a tutti coloro che ci hanno sostenuto e supportato».

20150823_SanFermoTrail_Borno-risultati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.