LETTERA DEL PRESIDENTE

Carissimi amici dell’Atletica, ci troviamo in un momento difficile che tutti insieme dobbiamo superare, rinunciando anche alla nostra passione sportiva. Fino a quando non sappiamo, ma se serve per il bene nostro e di tutti, facciamo la cosa giusta e stiamo fermi. A volte inconsciamente diamo molta più importanza ad un evento sportivo e non ci rendiamo conto che la nostra salute viene prima di tutto. Se serve, per quest’anno molte manifestazioni non si faranno, la prima a rinunciare è stata la Motus Castegnato che ha deciso di non rinviare il suo meeting ma di annullarlo e riprenderlo nel 2021. Una decisione sofferta ma, in questo periodo, è la decisione più saggia da prendere. Se tutto passerà cercheremo di risistemare il calendario provinciale, nel limite del possibile. Prima però guardiamoci da questo pericolo che sta contaminando non solo l’Italia ma tutto il mondo e tutti insieme lottiamo per uscire dal tunnel per poi ricominciare a correre, saltare, lanciare. Un grosso in bocca al lupo a tutti per superare questo ostacolo. Ricordiamo però quello che è successo nei primi mesi dell’anno dal punto di vista sportivo. Tantissimi eventi che hanno regalato alla nostra provincia numerosi successi. Partendo dai più giovani, dai nostri Allievi, che ci hanno regalato forti emozioni ai Campionati Italiani Indoor. Il mio plauso senz’altro al Campione Italiano Paolo Gosio dell’Atl. Vallecamonica nei 110 hs con un tempo di livello Internazionale (7”86), assoluto protagonista di questa edizione. Nel 2019 avevo intravisto una forte ripresa da parte di Francesco Pernici della Free-Zone che si è confermata con la vittoria nei metri 800 e non si fermerà solo a questo. Peccato per Alessia Seramondi (Atl. Brescia 1950), che ha sfiorato la vittoria nei 400 per pochi centesimi. Ma, per il più grande talento che l’atletica bresciana ha espresso nel settore giovanile ci sarà comunque spazio durante la stagione. Da segnalare tantissimi altri atleti che si sono piazzati in questa edizione, mai come prima, da Anna Maccagnola (Atletica Lonato), Martina Cottali (Atl. Brescia 1950 Ispa Group), Stefano Zotti (Atl. Chiari). Sono partito dai giovani ma il risultato più importante è arrivato da Linda Guizzetti, atleta bresciana in forza al CUS Pro Patria Milano, che ha vinto i 100 hs Assoluti. Finalmente un traguardo importante per un’atleta che non ha mai mollato. Poi il solito Jacobs che ha stupito tutti nei 60 mt per poi fermarsi per i soliti acciacchi muscolari. Poi ancora Atl. Brescia 1950 Ispa Group con il successo della 4×200 mt ai Campionati Indoor Promesse con il Record Italiano U23 e la bellissima prova di Chiara Melon, dominatrice dei 60 mt U23. Molto bene anche le compagne Alessia Pavese, Anna Polinari, Tatiana Corso, Elena Ghidini e Alice Rodiani. Ottimo anche il risultato di Amselelk Nesim (Atl. Chiari) con il secondo posto U23 negli 1500 mt, così come il compagno di squadra nei 400 mt, Michele McTerence Falappi e come Samuel Shahaj nell’Alto. Per il Chiari tre argenti che sanno di beffa. Permettetemi poi di segnalare il quarto posto di Alessandra Bonora (Atl. Rodengo Saiano Mico), da me allenata nelle categorie giovanili, nei 400 U23 al primo anno di categoria. Ci sono tantissimi altri atleti che meriterebbero almeno una menzione, sono comunque presenti negli articoli precedentemente pubblicati. Inizio stagione che ha visto tanti giovani protagonisti nei cross di Villa Carcina e Concesio, che resteranno gli unici di inizio stagione. Non dimentichiamoci dei Master con il Paratico ancora assoluto protagonista vincitore ancora dei Campionati Italiani di Corsa Campestre. Speriamo di raccontare ancora nel 2020 la nostra Atletica Leggera, vorrà dire che il brutto momento è stato superato. Auguriamoci che questo accada e un grosso abbraccio a tutti!

Federico Danesi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *