BAM Brescia Art Marathon18 by Gruppo Bossoni

Si è svolta domenica 11 Marzo la sedicesima edizione della maratona internazionale di Brescia in una giornata caratterizzata da cielo grigio, pioggia, vento e freddo.  Il meteo avverso non ha scoraggiato gli oltre 800 maratoneti e i partecipanti alle altre gare di contorno: la nona edizione della Brescia Half Marathon, sulla classica distanza di 21.097km, e la tredicesima Brescia Ten, gara internazionale FIDAL di 10km. Il progetto portato avanti negli anni dal presidente della maratona internazionale, Gabriele Rosa, ha potuto contare sulla partecipazione di 3190 competitivi con una presenza maggiore di concorrenti sulla mezza maratona (1655). L’evento non si esaurisce nel solo ambito sportivo, ma cerca di promuovere la sostenibilità ambientale, invitando il runner a divenire un atleta “green” consigliandogli delle semplici regole di educazione ambientale e promuovendo i trasporti pubblici, e la beneficenza, coinvolgendo i partecipanti con i charity program basati sul modello anglosassone. Lungo il percorso, teso a valorizzare la città di Brescia, vi erano delle postazioni con band musicali per accompagnare gli atleti nella loro fatica. La musica era stata protagonista anche il giorno precedente con il concerto BAM loves music. Per preparare i neofiti della corsa e non solo, dal 14 gennaio il comitato organizzatore di Brescia  Art Marathon, in collaborazione con Marathon Sport Center ed Europa Sporting Club, ha organizzato degli incontri domenicali sulla teoria e la pratica della corsa. Il tetraedrico evento si completa con il coinvolgimento delle famiglie nella Family Walking e con i giovani nella Tomorrow Runners. Questa manifestazione approvata dalla FIDAL è quindi un lustro per Brescia e la sua provincia. La 42.195km è stata dominata dagli stranieri. La vittoria è andata al keniano Kimaiyo Kiptoo Shadrack in 2.17.36, seguito dal connazionale Cheruiyot Martin (2.18.31). Il terzo posto è andato al primo italiano Ferrari Marco (2.34.02) tesserato per la squadra bresciana Atletica Paratico. La prima donna è stata la keniana Macharia Esther Wanjiru, Run2gether, giunta al traguardo in 2.34.02. La seconda posizione è stata dell’etiope Haji Betelhem Serb (2.45.11) che ha lasciato alle sue spalle la prima italiana e atleta bresciana, Gotti Laura dell’Atletica Capriolese (2.47.19). In totale sono arrivate 107 donne. La mezza maratona è stata la gara più partecipata e con 341 donne all’arrivo. La vittoria è andata a Jaiteh Ousman, atleta del Gambia, tesserato per la Trentino Running Team, in 1.07.31. Completano il podio i due italiani : Bertocchi Mattia, Dk Runners Milano, (1.12.40) e Tosi Marco della società bresciana Atletica Pertica Bassa (1.13.25). L’etiope Berhane Adere Debela si aggiudica la 21.097km femminile nel tempo di 1.20.49. Ottimo secondo posto per Carrara Enrica (1.26.00), dell’Atletica di Lumezzane C.S.P., campionessa regionale di cross. Chiude il podio Di Gregorio Lorenza, Corro Ergo Sum Runners, in 1.27.07. La Brescia Ten è tutta italiana. In campo maschile Ferraris Luigi, Atl. Valle Brembana, si impone in 30.55 su Rossi Huber, tesserato il team bresciano Young Running (32.07), e sul compagno di squadra Zanga Alessandro (32.19). Tra le 230 donne arrivate su questa distanza, a primeggiare è Casella Silvia, Free Zone, in 37.09. Completano il podio altre due atlete di squadre bresciane: Rosini Paola, Atletica Lonato (37.17) e Bazzoli Sara, Atl. Gavardo 90 Lib. (37.36).

di Emanuela Pagan per Fidal Brescia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *