Record Provinciali per Rigali nei 100 e Seramondi nel lungo

A spasso tra Gavardo e Nembro, Brescia sempre protagonista. Anche quest’anno Gavardo ha ospitato i Campionati Provinciali Assoluti, Junior e Promesse nei giorni del 4 e 6 luglio. Molta affluenza per i nostri atleti provinciali, che non si sono fatti scappare l’occasione per sfoggiare ottimi risultati in una delle ultime uscite estive del 2017. Nella giornata di martedì Elisa Romeo (Atletica Brescia) vince il titolo assoluto nei 200 metri con 25.11. Gli 800 sono terra di conquista per l’ormai esperta quattrocentista Alessandra Bonora (Rodengo) in 2:17.61, davanti a Alice Berardi (Brixia Atletica) che chiude in 2:18.24. Dopo 9 anni Erika Gull (Virtus Castenedolo) stampa il personale nel salto in lungo con 5.54; seconda la compagna Joan Adu allieva in 5.37 personale anche per lei. “Hat Trick” dell’Atletica Brescia nel disco con Natalina Capoferri che vince grazie ad un poderoso lancio di 50.98. Seconda Veronica Rossetti con 38.92 e terza Francesca Ceccarelli. Sfida sempre interna anche nel giavellotto con Delia Fravezzi che all’ultima prova scavalca Stefania Pan di poco più di mezzo metro, 36.82 contro 36.27. Al maschile titolo assoluto per David Zobbio (Brixia Atletica) con 22.15 nei 200 metri. Poco dietro di lui Lorenzo Copeta (Virtus Castenedolo) chiude in 22.44. Simone Soncina (Atletica Rezzato) si porta a casa gli 800 metri in 2:52.78. Tommaso Tanagli fa sui i 400 ostacoli con il miglior tempo dell’anno 53.33. Nel triplo vittoria a Dominique Rovetta (Brixia Atletica) con 14.61 davanti ad Andrea d’Amore (Virtus Castenedolo) con 14.39. Due giorni più tardi si è svolta la seconda giornata di questi Campionati con nuovi protagonisti, come Michela Pellanda (Atletica Brescia) che vince i 400 in 58.39. Adu vince in solitaria i 100 metri con 12.66 (PB) davanti a Gull in 13.00. Bella prova di Katia Zani (Atletica Brescia) nel triplo, che vince in 12.22 personale dopo 4 anni. Rossetti dopo l’argento nel disco vince il peso grazie al 12.12 ottenuto all’ultimo lancio (come sempre). Al maschile tripletta Virtus Castenedolo nei 100 con Copeta che fa sua la bagarre in 11.14, sopravanzando Alberto Pezzaioli 11.18 e Alexi Atchori 11.21. Chiude con una doppietta Tanagli con i 400 piani vinti in 50.16 contro i 50.58 dell’atleta del Rodengo Saiano, Alessandro Scalvini. Matteo Darra (Carpenedolo) vince i 1500 con 4:05.42. Vittoria nel salto in lungo per Riccardo Cazzavacca con 6.65. Stephen Asamoah (Virtus Castenedolo) vince il disco con 37.00 dopo aver vinto anche il peso, nella prima giornata. Venerdì 7 mentre imperversava il Meeting di Nembro, Roberto Rigali (Brixia Atletica) segna il nuovo Record Provinciale Assoluto sui 100 metri con 10.47 corso nella finale. Dopo due anni chiusi in 10.50, ecco il primato personale che avrebbe rappresentato anche il minimo per gli Europei Under23. Sfiora il personale negli 800 Eduardo Zubani, Altetica Chiari con 1:51.88 (PB 1:51.68). Sfida al centimetro tra D’Amore e Rovetta nel triplo, 14.63 contro 14.61. Migliora il lancio di martedi Natalina Capoferri, sempre nel disco con un buon 52.18. Nella speciale gara riservata agli Under16 ovvero i cadetti, mostruoso salto di Alessia Seramondi (Audaces Nave) nel lungo, che al secondo tentativo piazza un 5.76. Oltre a rappresentare il nuovo limite provinciale per l’atleta al primo anno di categoria è anche il miglior salto bresciano assoluto in campo femminile dopo il 5.79 di Paola Ercoli nel 2014. Secondo posto negli 80 metri per Adam Younis, il ghanese del Carpenedolo che ferma il cronometro a 9.48.

Rovetta Dominique per Fidal Brescia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *